BIOGRAFIA

“Per mezzo di una vasta conoscenza del repertorio e della cultura musicale, Andreas Luca Beraldo possiede un’ autorità naturale che rende efficace il suo lavoro con le orchestre.” (Arturo Tamayo)

Andreas Luca Beraldo ha studiato direzione d’orchestra con Arturo Tamayo, Marc Kissóczy e Klaus Arp, direzione corale con Frieder Bernius, Georg Grün, Harald Jers e Christoph Siebert ed educazione musicale con Robert Göstl e Andreas Winnen a Lugano, Mannheim e Colonia.
Particolarmente importanti per il percorso formativo sono state le master class di direzione con i docenti Michael Luig, Hans-Christoph Rademann, Kaspars Putnins, Adriano Martinolli, Kurt Suttner, Jean-Philippe Wurtz e Peter Eötvös.

Ha diretto nell’ambito di importanti festival di musica contemporanea come CAFe Budapest, oggimusica, Forum Neue Musik a Mannheim in Germania e il festival Risonanze Armoniche in Italia, e in sedi di rilievo internazionale come il BMC Budapest Music Center, il LAC Lugano Arte e Cultura e la Yamaha Concert Hall a Vienna.
Beraldo ha diretto numerose orchestre come l’Orchestra della Svizzera italiana (OSI), la Baden-Baden Philharmonic, l’Orchestra Filarmonica di Plovdiv, l’Orchestra Sinfonica di Karlsbad, la Württemberg Chamber Orchestra di Heilbronn, la Stuttgart Chamber Orchestra, la Kurpfälzische Kammerorchester e l’ensemble “900 presente” del Conservatorio della Svizzera Italiana.
Come direttore di coro ha lavorato con il coro da camera della Musikhochschule Mannheim, la Gächinger Kantorei di Stuttgart, il „Junge Ensemble“ della Liedertafel Mannheim, l’ensemble Vocapella Limburg e il  Beethovenchor Ludwigshafen.

Beraldo nutre un significativo interesse per la promozione della musica odierna, interesse ravvisabile non solo nell’ attività direttoriale e nelle numerose prime assolute realizzate, ma anche nella attività editoriale e nella creazione di gruppi strumentali. Nel 2012 fonda insieme alla violinista Jeanne Vogt “Impronta – Ensemble für neue Musik e.V.”, una formazione dedita alla nuova musica, e nel 2014 la casa editrice “Impronta – Edition UG” di cui è direttore.

Si dedica inoltre all’attività compositiva e di arrangiamento, discipline che ha approfondito con Andreas N. Tarkmann. La sua orchestrazione delle “Sei epigrafi antiche” di Claude Debussy ha riscosso un entusiastico successo ed è distribuita da Alkor / Bärenreiter.
Nel 2014 ha registrato le colonne sonore di quattro film muti di Charley Bowers in collaborazione con le emittenti televisive ARTE e ZDF.

Nel 2018 è invitato come membro di giuria nel concorso internazionale per direzione d’orchestra in repertorio contemporaneo “Giancarlo Facchinetti” a Brescia.

Attualmente vive e lavora a Mannheim.